Servizio civile

La Sovrintendenza cura e gestisce diverse progetti di Servizio Civile nell’ambito della tutela e della valorizzazione del patrimonio culturale, artistico, storico, monumentale, archeologico offrendo un'importante opportunità di crescita e di formazione culturale e professionale a giovani che vogliono contribuire in forma attiva allo sviluppo della nostra città, attraverso attività a servizio della comunità dei cittadini. 

Qui di seguito l’elenco dei progetti attivi:

DEGENZA E CONOSCENZA
Il progetto prevede che all'interno delle strutture ospedaliere e sanitarie, in ambienti messi a disposizione dalla Direzione Generale dei nosocomi interessati, i giovani volontari del Servizio Civile cerchino di incuriosire, stimolare e informare, in modo semplice e divulgativo, i degenti in merito a tematiche storico-artistiche.

CULTURA PER TUTTI
Il progetto si pone come obiettivo la trasmissione della conoscenza storica a settori della popolazione fortemente disagiati, come sono gli ospiti delle Case Famiglia ed i detenuti degli Istituti di Pena del Polo Penitenziario di Rebibbia. I volontari svolgono degli incontri in cui si trattano aspetti della vita quotidiana nella Roma antica realizzando delle “visite simulate” nei musei e nelle aree archeologiche della Sovrintendenza. L’attività dei volontari prevede anche l’accompagnamento di gruppi all’interno del complesso monumentale.

IL MUSEO VA IN PERIFERIA
L’ambito territoriale dove si realizzerà il progetto è quello del Municipio IV di Roma Capitale, dove la Sovrintendenza Capitolina ha portato a termine la musealizzazione di un importante giacimento preistorico, che è diventato un vero e proprio Museo ed elemento propulsivo per una più ampia valorizzazione del territorio. Il progetto prevede una serie di iniziative di promozione, valorizzazione e didattica attorno al Museo del Pleistocene, l’accompagnamento di gruppi di visitatori e laboratori didattici per le scuole.

UN COLORE MILLE COLORI
Il progetto si propone di promuovere e valorizzare il patrimonio artistico e culturale dei Fori Imperiali e dei Mercati di Traiano, realizzando degli incontri nelle scuole che diano la possibilità ai volontari inseriti nel progetto di vivere “occasioni di cittadinanza attiva”, e che contemporaneamente favoriscono lo sviluppo sociale e culturale del territorio. I volontari svolgeranno delle lezioni sugli aspetti della vita quotidiana a Roma e su alcuni monumenti della città. L’attività prevede inoltre l’accompagnamento di gruppi all’interno del complesso monumentale dei Mercati di Traiano e dei Fori Imperiali.

UN RICORDO, LA NOSTRA STORIA
Il progetto si realizza nel Museo dei Fori Imperiali nei Mercati di Traiano. Si rivolge ai Centri Sociali per la Terza Età ed ha lo scopo di promuovere il patrimonio artistico ed essere al tempo stesso uno strumento di educazione, aggregazione sociale, lotta all’emarginazione, promozione delle relazioni interpersonali e scambio di esperienze culturali intergenerazionali. I volontari effettueranno delle lezioni sugli aspetti della vita quotidiana a Roma e su monumenti della città. L’attività dei volontari prevede inoltre l’accompagnamento di gruppi all’interno del complesso monumentale.

UNA CASA MUSEO NEL CUORE DI ROMA
Il progetto intende far conoscere e promuovere il Museo Napoleonico nelle scuole romane e nei centri anziani di Roma Capitale, formando giovani in grado di svolgere un intenso programma di incontri e di visite guidate.

MUSEI CAPITOLINI A PORTATA DI MANO
Il progetto si rivolge prioritariamente al pubblico di visitatori con disabilità visive, ipovedenti e non vedenti, attraverso la programmazione di attività dedicate (visite e percorsi didattici) e l’impiego di ausili per l’esplorazione tattile. Inoltre, esso mira ad ampliare la fruizione del patrimonio culturale conservato presso i Musei Capitolini rendendo accessibili alcuni spazi museali nei quali sono custodite opere di notevole valenza culturale.

INVENTARIANDO LA BIODIVERSITÀ
La mission del Museo Civico di Zoologia è la conservazione, lo studio e l’arricchimento delle collezioni in esso custodite, che includono materiali zoologici provenienti da tutti i continenti e che costituiscono un patrimonio culturale di inestimabile valore. Il Museo offre inoltre al pubblico, sia in sede di specifiche attività didattiche che di eventi dedicati l’esclusiva e preziosa opportunità di un confronto con i ricercatori sullo stato della biodiversità e sulle problematiche della sua conservazione.

EDUCHIAMO INSIEME
Il progetto prevede di impiegare i volontari nelle fasi realizzative del programma di Educare alle mostre, educare alla città facendoli partecipare con ruoli concreti all’organizzazione dell’iniziativa, alla sua divulgazione anche via web attraverso i social networks, all’allestimento degli incontri, in diretto contatto col pubblico, alla preparazione dei materiali didattici e delle informazioni da elaborare e veicolare anche a seguito degli incontri, alla predisposizione di feedback e verifiche sul gradimento degli eventi proposti e dell’iniziativa in generale.

STREET ART A ROMA
Il progetto prevede due macro-aree di intervento:
1. Attività conoscitive e conservative, con il monitoraggio degli interventi e delle opere;
2. Attività di tipo educativo e divulgativo, rivolti agli studenti e ai cittadini
La sensibilizzazione al rispetto dei monumenti e degli spazi pubblici, insieme alla comprensione del ruolo dell’arte nella riqualificazione urbana, ha conseguenze positive per tutta la collettività, che sulla lunga durata potrà beneficiare di una città dall’immagine più curata, moderna e civile.

GENERAZIONI LUNGO IL FILO DELLA STORIA
Il progetto intende promuovere la conoscenza del Museo della Repubblica Romana, istituito nel 2011 nel quadro delle celebrazioni per i 150 anni dell’Unità d’Italia, come museo storico legato a temi, luoghi e personaggi del nostro Risorgimento. L’abbinamento di museo e sacrario consentirà di veicolare con immediatezza il ruolo cardine del museo come centro di accoglienza e irradiazione della cultura della conoscenza del territorio. I volontari saranno impegnati alla divulgazione ad un pubblico non specialistico dell’area del Gianicolo.

LINK DAL PASSATO
Il progetto si propone di promuovere la conoscenza del patrimonio artistico, culturale e storico rappresentato dalle lapidi e le targhe commemorative presenti sul territorio, attraverso le quali la città si racconta, soprattutto nella realtà territoriale dei municipi, di più recente formazione rispetto al centro, e dove la tradizione e la storia sono più giovani ma ugualmente degni di attenzione e di tutela.  Il progetto rappresenta un piccolo contributo verso una maggiore identificazione territoriale culturale e sociale della periferia romana.

IL MUSEO DELLA CIVILTA’ ROMANA
Il Museo della Civiltà Romana, dopo molti anni di chiusura per importanti lavori di riqualificazione, prossimamente riaprirà finalmente al pubblico. Ma il Museo non è stato mai oggettivamente “precluso” totalmente al pubblico, in considerazione della copiosa attività di prestiti delle proprie collezioni per mostre ed eventi culturali anche internazionali. I volontari avranno il compito di tenere virtualmente “aperto” il museo alla sua visita in remoto tramite sistemi comunicativi social veicolabili via web.

AL MUSEO SI RACCONTA
Il progetto ‘Al Museo si racconta…’ vuole offrire un'accoglienza 'speciale' da parte dell'Ara Pacis al target dei giovani visitatori (frequentatori della scuola dell’infanzia), offrendo loro degli appuntamenti di animazione culturale, caratterizzati dalla lettura a voce alta.  I 'performers' delle letture animate saranno infatti i volontari, vero e proprio motore del progetto, che potranno in questo modo arricchire l’offerta culturale del Museo.