Fontana di piazza San Simeone

Fontana di piazza San Simeone

La fontana era collocata in origine a piazza Montanara, la piazza ai piedi del Campidoglio distrutta dagli sventramenti di Mussolini.

Importo dei lavori: € 50.000,00

È una delle numerose fontane progettate verso la fine Cinquecento da Giacomo Della Porta (1533-1602), alimentate dal neocostruito acquedotto Felice. La sua realizzazione materiale si deve allo scalpellino Pietro Gucci. Nel tempo la fontana subì diverse manomissioni e trasformazioni: nel 1696 vi fu aggiunto il catino superiore; a metà Settecento fu sostituito il catino inferiore, mentre nel 1829 la fontana acquistò la forma attuale, con gli stemmi dei quattro Conservatori capitolini di quel momento, identificati con Paolo Carandini, Odoardo De’ Quintili, Pietro De’ Vecchi (priore dei Caporioni) e Paolo Martinez. Nel 1932, a seguito delle demolizioni per la realizzazione della via del Mare e della conseguente scomparsa di piazza Montanara, la fontana venne rimossa e rimontata sul colle Aventino, nel parco Savello, noto come Giardino degli Aranci, disegnato da Raffaele De Vico. Dal 1973, infine, la fontana fu collocata al centro di piazza San Simeone, davanti al palazzo Lancellotti ai Coronari.

Descrizione
Materiali: travertino
Datazione: 1587-89; 1696; metà XVIII secolo; 1829

Stato di conservazione
La fontana si presenta in pessimo stato di conservazione: le incrostazioni calcaree e i depositi di materiali inquinanti formano su gran parte delle superfici accumuli di notevole spessore, a cui si aggiungono formazioni di natura biologica (alghe, muschi) assai consistenti, soprattutto sulla superficie esterna della vasca inferiore. La crescita dei biodeteriogeni è alimentata dalle numerose perdite d’acqua del bacino, dovute al deterioramento del rivestimento impermeabilizzante. L’impianto idrico è difettoso e infatti dal bacino superiore non esce acqua. L’area di rispetto è in condizioni discrete, ma necessita di un intervento di pulitura.

Tipologia d’intervento
Trattamento biocida; pulitura e rimozione delle incrostazioni calcaree; stuccatura dei giunti e delle fessurazioni; integrazione delle mancanze; applicazione del protettivo finale; impermeabilizzazione della vasca; revisione dell’impianto idrico; sistemazione dell’area di rispetto.

Importo stimato dei lavori
€ 50.000,00 inclusi tutti gli oneri

Livello della progettazione
Da progettare

Tempistica
- Redazione progetto definitivo: 60 gg.
- Approvazioni progetto: 60 gg.
- Procedura affidamento dipende da altri Uffici, in media 90 gg
- Esecuzione lavori: 150 gg.

Rione: 

Ponte