Fontana Celimontana a via Annia

La fontana di via Annia è posta come sfondo prospettico dell’omonima strada del Celio, sul lato del muro perimetrale dell’antica Villa Casali, attuale sede dell’Ospedale Militare di Roma.

Importo dei lavori: € 35.000,00

Ubicata in origine presso la chiesa di S. Clemente, fu edificata nel 1864 su commissione di papa Pio IX (1846-1878) per ornamento e “comodità” degli abitanti delle nuove case popolari. Il progetto della fontana è attribuito a Virginio Vespignani (1808-1882), architetto della Camera Apostolica. Tra il 1917 e il 1919 il Servizio Idraulico del Comune di Roma predispose lo spostamento della fontana in via Annia, dove fu collocata solo nel 1928, durante i lavori di sistemazione stradale dell’area. La fontana, sistemata in posizione antistante una modesta struttura di servizio, venne inserita in una nicchia semicircolare appositamente costruita con laterizi a vista, pilastri ed elementi decorativi in travertino. Furono inoltre aggiunti un sarcofago antico di reimpiego e lo stemma del Comune di Roma.
Descrizione
Materiali: travertino, marmo, ferro
Datazione: I sec. a. C. (sarcofago); 1864; 1928
Stato di conservazione
La fontana, sottoposta a restauro nel 1999-2000, è oggi in mediocre stato di conservazione. Su tutte le superfici, in particolare sul sarcofago, sono visibili scie di colore scuro, diffuse incrostazioni formate da stratificazioni di depositi calcarei misti a particellato atmosferico, patine biologiche e macchie aranciate da ossidazione che si alternano a zone dilavate e sbiancamenti dovuti a salificazioni. Si notano inoltre in maniera diffusa fenomeni di erosione, abrasioni, graffi, scheggiature e mancanze di varie dimensioni. Sul lato frontale del sarcofago sono presenti fessurazioni e fratturazioni, attraverso cui fuoriesce l’acqua. Gli elementi dell’impianto idrico sono notevolmente ossidati; si rileva inoltre una perdita che ha origine dalla centralina collocata sulla parete posteriore del manufatto.
Tipologia d’intervento
Trattamento biocida; pulitura e rimozione delle incrostazioni calcaree; pre-consolidamento e consolidamento; stuccatura dei giunti e delle fessurazioni; riassemblaggio e ricollocazione del catino distaccato; integrazione delle mancanze; restauro prospetto posteriore; applicazione del protettivo finale; impermeabilizzazione delle vasche; revisione dell’impianto idrico e di illuminazione.
Importo stimato dei lavori
€ 35.000,00 inclusi tutti gli oneri
Livello della progettazione
Già redatto progetto preliminare (luglio 2013)
Tempistica
- Redazione progetto definitivo: 30 gg.
- Approvazioni progetto: 60 gg.
- Procedura affidamento dipende da altri Uffici 90 gg.
- Esecuzione lavori: 150 gg.

Rione: 

Celio