Foro di Cesare

In quest'area sono già in corso importanti interventi.

 

Ricostruzione del portico meridionale del Foro di Cesare - Importo totale € 350.000,00 / 400.000,00

Il portico meridionale del Foro di Cesare è stato oggetto di indagini archeologiche a partire dal 1985-86 quando è stata indagata la parte retrostante la Curia. Successivamente gli scavi giubilari (1998-2000) hanno permesso di rimetterne in luce l’intero settore fino all’attuale limite di via dei Fori Imperiali. E’ emersa la sistemazione di epoca tardo-antica di questo portico con la pavimentazione in opus sectile (a lastre di marmi policromi) e parte del colonnato prospiciente la piazza forense in crollo.

Il progetto prevede la ricostruzione dell’impianto architettonico di questa fase tarda mediante la ridefinizione dell’originario spazio architettonico, costituito principalmente dalla ripresa dei gradini di accesso al portico e dalla definizione del confine con il Foro di Nerva. Ciò è possibile attraverso la realizzazione di una struttura muraria di circa 50/60 cm., che permetta la percezione del muro perimetrale e l’identificazione dei possibili passaggi. Inoltre verrà completato il restauro delle lastre pavimentali e verrà restituita un’immagine omogenea dell’originario opus sectile attraverso un massetto di terra stabilizzata opportunamente ripartito con elementi metallici, disposti seguendo lo schema originario.
A completamento del progetto, è prevista anche l’anastilosi di una delle colonne in crollo di cui si conservano fusto in cipollino, base e capitello. Contemporaneamente gli elementi architettonici ora presenti nell’area, ma non pertinenti, verranno rimossi e sistemati altrove in modo da garantire una migliore lettura dell’area.

Galleria